Un omaggio inatteso ad una trattoria che era Viale Carducci a Bazzano

Franchino Falsetti ricorda con affetto un luogo “di lavoro” che potrebbe essere ideale

Quando era Trattoria Carducci

 

Pubblicato il 09/05/2020

 

Omaggio a Carlotta

Due vecchi amici Franchino e Roberto, entrambi amanti della eccellente cucina bolognese, avevano consolidato la buona abitudine di incontrarsi a cena, per discutere di progetti culturali ed editoriali per la brillante Rivista Millecolline, di cui lo stesso Roberto è il magnifico direttore ed io collaboratore, curatore, editorialista, saggista e scrittore di lungo corso.

Luogo preferito e scelto, era l’Antica Trattoria Carducci di Bazzano.

Era sempre un’avventura arrivare a confermare le reciproche disponibilità, vivendo in città diverse: io a Bologna, Roberto a Bazzano. Ma una volta accordati, mi assaliva una certa eccitazione e contentezza per questo luogo, grande come un mini appartamento, era estremamente accogliente e i pochi tavoli sembravano altrettanto degli allegri compagni.

Si respirava un’atmosfera familiare e tutto sembrava già conosciuto, ricco di piacevoli sensazioni e caloroso nell’accoglienza.

Sarà perché portava il nome di Carducci e tutto ciò che piacevolmente evocava? Una volta entrati venivano rapiti dai sapori e dagli odori di una sana e robusta cucina all’antica.

E ne ero fortemente condizionato e rapito.

Ero già pronto a chiedere all’amico Roberto di rivederci appena sarà possibile, seguito l’attuale coprifuoco del coroanavirus, quando dallo stesso vengo a sapere che la Trattoria del “ pianto antico” ha chiuso.

Sono rimasto senza parole ( il solito luogo comune ), ma questa volta è stato proprio così. Pur sapendo che anche le cose muoiono, alcune come questa Antica Trattoria, non avrebbe dovuto chiudere. Valutazione, logicamente, egoista. Ci saranno stati dei buoni o cattivi motivi per farlo. Il nostro posto prenotato non ci sarà più. E neppure l’allegria che la Sig.ra Carlotta era capace di trasmettere. Come proprietaria, amava consigliare e servire i suoi clienti e rendere tutto amabile come i suoi pregiati vini e le sue gustose, profumate, sensuali minestre. In particolare il mio preferito: tagliatelle al ragu, tagliatelle con scaglie di tartufo, tagliatelle ai funghi. Una bontà! Una libidine!!

Grazie Carlotta, ma grazie, soprattutto, per la sua simpatia e cordialità.

Spero che Roberto possa dirmi che l’Antica Trattoria Carducci è rinata altrove. Ancora grazie e buona fortuna.

 

Franchino Falsetti

Un cliente affezionato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.