L’Arte che verrà. L’artista contemporaneo ama il non senso

Sono tutte riflessioni per capire come è fatta l’Arte e perché, essendo una forma di pensiero e non di “spontaneismo”. Bisogna saper avere cultura dell’Arte per poi saper fruire dell’Arte, e capirne la sua evoluzione e decadenza, per non dire “morte dell’Arte”.

Contenuto extra: dopo “Poveri Noi”

Al termine dello spettacolo “Poveri noi” al Teatro delle Temperie si è tenuto un incontro fra il pubblico ed illustri ospiti sul palco; noi lo pubblichiamo integralmente.

L’uovo della discordia. Il nuovo racconto di Francesco Menozzi.

Ogni volta che raccontiamo una storia ci sentiamo portatori di una testimonianza di vita, che sia la nostra o quella di qualcun altro o che sia una storia mai accaduta, inventata; la vicenda detta come va detta, riguarda noi tutti esseri “urlanti”. (F. Menozzi)