Col vestito buono davanti alla macchina fotografica

Le foto ritrovate da Giuseppe Savini in mostra a Crespellano (Bo)

Il vestito buono nel primo dopoguerra

Pubblicato il 26/09/2022

Questa è la storia di molti negativi perduti per anni fino a quando compaiono sul banchetto di un mercatino vintage rimanendo lì per chissà quanto tempo finché la curiosità di Giuseppe Savini, un collezionista di foto d’epoca, viene attratta da quella raccolta in pieno oblio. 

Giuseppe Savini si accorge che ciò che ha per le mani non sono le solite fotografie di famiglia ma una serie di ritratti ambientati di abitanti di un paese non ancora ben precisato… fino a quando arriva a stampare la fotografia che è stata scelta per la locandina della 37° Festa Fiera di Crespellano dove, finalmente, compare una stazione del treno con la scritta: Crespellano.

La ricerca trova conferma; i negativi che ha fortunatamente ritrovato son stati eseguiti a Crespellano e con un po’ di fortuna riesce anche a ritrovare il nome del fotografo che le eseguì pochi anni dopo il termine della Seconda Guerra Mondiale: Francesco Dondarini.

Da quel momento la situazione viene ad essere nota e viene proposta alla Fondazione Rocca dei Bentivoglio che a sua volta la gira alla Pro-Loco di Crespellano ed ecco che nasce la mostra: Col vestito buono. 

Da questo ne nasce anche l’invito ad una raccolta di racconti, memorie e testimonianze in merito che possano essere ricordate a seguito della visione della mostra, tali memorie saranno raccolte dagli operatori della Biblioteca di Crespellano oppure attraverso i contatti con la Fondazione Rocca di Bentivoglio.

 

COL VESTITO BUONO

la Crespellano del dopoguerra nelle fotografie di Francesco Dondarini

Palazzo Garagnani, Via G. Marconi, 47

Crespellano in Valsamoggia (Bo)

Dal 22 Settembre al 23 Ottobre 2022

ORARI:

Sabato 1, 8 ,15, 22 ottobre dalle 10:00 alle 12:30

Domenica 2, 9, 16, 23 ottobre 10:00 alle 12:30

Ingresso gratuito

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.