Jardin de Palabras, il giardino artistico di Millecolline

Un luogo dove artisti e pubblico si incontrano davvero

Jardín de Palabras – a Bazzano

Pubblicato il 14/11/2020

Ora esiste un luogo dove ci si può incontrare e stimolare a vicenda: critici, artisti e pubblico. Si comincia con l'”ospite della serata” per poi mangiare qualcosa insieme; subito dopo se qualcuno del pubblico è a sua volta “artista” trova campo libero per presentare una sua opera, pittorica, musicale, teatrale che sia…

Millecolline ha accolto una idea di Miriam Bruni volta a riunire artisti di varia ispirazione e mischiarli al pubblico per creare nuove amicizie, opportunità e sperimentare “luoghi animici” oltre che fisici in cui bypassare alcune situazioni ormai intorpidite dal mercato e dalla critica.

Abbiamo iniziato con gli artisti conosciuti in questi sei anni di Millecolline, ma l’invito è aperto a tutti.

C’è chi ha considerato eccentrica l’iniziativa, ma coloro che vi hanno partecipato ne sono perlopiù entusiasti.

Il Jardín de Palabras ha preso il via non appena le restrizioni dovute al Covid lo hanno permesso e naturalmente  in questo momento si è fermato ma abbiamo deciso di farvi rivivere alcuni suoi frammenti.

Iniziamo con l’appuntamento dedicato alla danza e ai “balli staccati” presentati dalla Violina, ovvero Anna Maria Pericolini e sua figlia Elisabetta Quarantotto, come sempre accompagnata da Stefano Stagni. In quella occasione, quando ormai il grosso del pubblico se ne era andato, Stefano ha iniziato a suonare un suo brano e presto una coppia ha preso a ballare.

Questo è il Jardín de Palabras e già vi sono nati progetti e iniziative interessanti. A voi di verificarlo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.