Allegri Vagabondi si raccontano

Al termine del loro concerto a Bazzano

Allegri Vagabondi 

Pubblicato il 07/02/2024

Al termine di una giornata un po’ impegnativa mi ritrovavo a guidare sulla Nuova Bazzanese pensando a cosa fare di ritorno da Bologna: tornare a casa a scaricare le clip video appena registrate oppure fare un salto in paese, Bazzano, a sentire il concerto degli Allegri Vagabondi(?)

Non conoscevo i musicisti ma mi sentivo ancora un po’ carico per andare ad ascoltare qualche brano dei Nomadi suonato dalla Cover Band emiliana.

Così mi sono deciso, bisogna pur riprendere la vita fra esseri umani, o no?

Dopo le prime note ho capito che valeva la pena tornare ad estrarre la videocamera leggera e tornare a far riprese. Questa volta musicali.

Durante la serata sia il pubblico che musicisti si sono divertiti e al termine del concerto non ho potuto fare a meno di chiedere agli Allegri Vagabondi se avessero ancora voglia di rimanere alcuni minuti per una breve intervista.

La risposta è stata positiva e dopo un primo mio empasse da pivello ecco quanto sono riuscito a “catturare” per i lettori della rivista. Buona visione musicale.

L’occasione per ascoltare tre videoclip di altrettanti brani classici del repertorio dei Nomadi, interpretati dagli Allegri Vagabondi, l’avrete cliccando QUI . Buon ascolto.

Testo di Roberto Cerè per Millecolline

 

P.S. Mentre stavo scrivendo il breve articolo mi è arrivata la nota che gli Allegri Vagabondi hanno postato dopo aver ricevuto il link dell’intervista. Ecco il loro commento:

Poi ti trovi al CRAL – Circolo Arci Bazzano davanti ad un pubblico meraviglioso, una serata di quelle da tutto esaurito ed improvvisamente ti rendi conto di essere ripreso.

Tra te e te ti dici sarà qualche amante della musica che fa un video ricordo, ma vedi che continua a riprendere e così tra un brano e l’altro durante la pausa ci scambi due chiacchiere e ti dice che sta facendo delle riprese per un articolo.

Ti senti un po’ spiazzato ma allo stesso tempo la sua delicatezza non ti mette a disagio, anzi ormai lo vedi come un amico di vecchia data che pur di non essere di intralcio sta accucciato davanti a te e continua a riprendere.

E così a fine concerto con le facce ormai provate da una giornata lunga, intensa, estenuante ma pienamente appagante, ti lasci coinvolgere in un intervista che sembra una vera chiacchierata tra amici .

Grazie a Roberto Cerè , grazie alla rivista Millecolline, grazie ai ragazzi del Circolo Arci di Bazzano e a tutti gli amici che hanno reso la serata straordinaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.