Giovanni Gurioli ad Artekyp dal 18 settembre

L’anima naturale della macchina tecnologica

Giovanni Gurioli ed Artekyp in occasione di Festival filosofia macchine

Pubblicato il 14/09/2020

Riceviamo in redazione e volentieri pubblichiamo

Da venerdì 18 settembre si terrà presso Artekyp Openstudio la mostra personale di Giovanni Gurioli “L’anima naturale della macchina tecnologica” a cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei in programma con il festivalfilosofia Macchine. Il progetto dell’artista Giovanni Gurioli fa riferimento difatti alla linea guida del festival riguardante la machine learning, cioè l’apprendimento automatico della macchina che diventa un essere vivente e autonomo, comprendendo dentro se’ aspetti visionari e inquietanti al contempo. La natura maestra rivestita di lamiera ti spinge difatti a costruire per arrivare a scoprire nuovi mondi con l’utilizzo della tecnologia high-tech e della scienza. La techne’ della macchina che sfugge alla morte diviene così veicolo per un ritorno salvifico al mondo naturale e alla sua fisicità. Attraverso la manualità dell’oggetto si arriva alla consapevolezza di un’esistenza vivificante.

Ingresso in mostra di 3 persone alla volta in base alle norme anti Covid -19.

L’ANIMA NATURALE DELLA MACCHINA TECNOLOGICA

Giovanni Gurioli

a cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei

Venerdì dalle 18:00 saranno presenti artista e curatori.

Orari : venerdì 18 settembre – sabato 19 settembre  dalle 9:00 alle 23:00

domenica 20 settembre dalle 9:00 alle 21:00

dopo il festival la mostra sarà visitabile fino al 3 ottobre tutti i giorni dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:00

chiuso giovedì pomeriggio e domenica.

artekyp open studio

via torre 65

Modena

info@artekyp.com

www.artekyp.com

tel. 3388227922

 

 

 

 

 

 

 

BIOGRAFIA

Giovanni Gurioli ha conseguito il diploma all’Istituto d’Arte Ceramica di Faenza, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Bologna. La sua formazione si arricchisce di diverse esperienze che attraversano la ceramica, il design e la grafica pubblicitaria, “sconfinando” nel settore della meccanica applicata. Hanno scritto del suo lavoro:Adriano Baccilieri, Pietro Bonfiglioli, Roberto Borghi, Claudia Casali, Nicola Dimitri, Silvia Evangelisti, Paola Facchina, Giuseppe Lufrano, Annamaria Maggi, Marco Monti, Claudio Musso, Paolo Trioschi, Rinaldo Novali, Carola Pandolfo, Concetto Pozzati, Laura Sansavini, John T. Spike, Italo Zuffi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.